Conferenza sulla visita

a Trinitapoli e Siponto

“Nel nome della Madre”

visita agli Ipogei di Trinitapoli e alla Chiesa di S. Maria Maggiore di Siponto

La gita avverrà domenica 26 novembre 2017, partenza ore 8:30

Sarà preceduta una Conferenza sabato 25 novembre, condotta da Attilio Catronuovo nella sede dell’Associazione Culturale Castalia



Prima dell’avvento delle religioni patriarcali, le nostre terre erano consacrate alla Dea della terra e dell’acqua, delle caverne e delle montagne; Signora della vita e della morte, stella del mattino, luce rigeneratrice.

A lei erano dedicati numerosi luoghi di culto ctonii scavati nella nuda roccia calcarea e al “corpo della Dea” venivano simbolicamente restituite le salme dei defunti, sepolti in posizione fetale in ipogei tripartiti, che ricordano in maniera evidente la forma dell’organo genitale femminile.

Il culto della Madre divina non si è mai veramente estinto nelle nostre terre, ma semplicemente ha cambiato forma, rivolgendosi a Maria, rappresentata nera come la terra e ammantata di stelle, con il bimbo tra le braccia.

Esploreremo insieme l’origine e l’evoluzione del culto del sacro femminile nella Daunia, visitando gli Ipogei di Trinitapoli e il museo allestito per illustrarne  la recente scoperta e i reperti ivi rinvenuti, per poi spostarci in una delle più antiche e importanti chiese paleocristiane dedicate alla Vergine: S. Maria di Siponto, in agro di Manfredonia.

Scopriremo la sostanziale continuità e i caratteri del culto e i misteri di questi luoghi ancora oggi intrisi di serena e profonda spiritualità.



Sabato 25 Novembre, alle ore 17,00 presso il Centro di Via Napoli, 329/L (nei pressi del palazzo della Telecom, quasi ad angolo con Via Tommaso Fiore).